IL PRESEPIO CHE RICORDA GLI ALPINI CADUTI E DISPERSI NELLA CAMPAGNA DI RUSSIA
"QUEL NATALE DI 75 ANNI FA: UN PRESEPIO NELLA TRINCEA"
 
è il presepio allestito dalla Misericordia nella sala di S.Elisabetta, presso il convento di San Francesco, che vuole ricordare i tanti soldati che trascorsero il Natale del 1942 sul Don e, proprio nei giorni delle feste natalizie, furono investiti dalle azioni di guerra e dalla controffensiva delle truppe russe, che portarono alla tremenda ritirata e alla disfatta della nostra Armata.
E' un ricordo degli 80 soldati del territorio comunale di Borgo a Mozzano che caddero in battaglia o furono dispersi nella gelida tormenta di neve, appartenenti, nella grande maggioranza, al Corpo di Armata Alpino.
Tutti quei caduti e dispersi, di cui scorrono le immagini sopra la trincea del Presepio, sono ricordati nel libro "Dal Serchio al Don solo andata", scritto da Gabriele Brunini e Marcello Martini nel 2010.
La Misericordia è onorata che questo Presepio abbia ottenuto,  con il consenso della Sezione Alpini di Lucca, Pisa e Livorno, il Patrocinio
della Presidenza Nazionale dell' ASSOCIAZIONE ALPINI
oltreché quello del COMUNE di BORGO A MOZZANO.
E la collaborazione del Comitato Linea Gotica di Borgo a Mozzano
e dei Gruppi Alpini di Borgo a MozzanoValdottavo  e Treviolo.
 
Hanno inoltre collaborato alla realizzazione lo Studio AF di Chifenti, la Ditta Santini Legnami di Piegaio, Abramo Rossi, la Ditta Marigliani Luci, la Sig.ra Katia Rocchiccioli e, soprattutto, Pierpaolo Filippini, Massimo Viviani, Manuela Marchi, Giacomo Martelli, Lorenzo Fazzi, Maria Elena Moriconi, Florin Ungureanu.
GB - 24.12.2017